Pocket Perl - Introduzione

Perché questo libro?

Lo scopo di Perl Pocket è fornire le nozioni fondamentali che servono per cominciare a programmare in Perl. Dicendo così abbiamo però solo spostato la domanda. La verità è che il Perl è rilevante e utile.

Rilevante perché Perl è un linguaggio vivo e diffuso, alla base del funzionamento di molte applicazioni (soprattutto in ambito web): imparare a leggere e scrivere codice Perl significa quindi essere in grado di personalizzare un ampio insieme di programmi già pronti. Tanto per fare un esempio RT, uno dei software più diffusi in ambito aziendale per la gestione del bug tracking, è scritto in Perl. O ancora Bricolage, CMS usato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, dalla RAND Corporation e da molte altre organizzazioni. E ancora Movable Type, famosa piattaforma per blog, è scritto (ed è estendibile) in Perl.

È utile, poi, perché imparando Perl è possibile risolvere rapidamente problemi di moltissimi tipi: automazione di compiti ripetitivi, generazione di report, realizzazione di applicazioni GUI o web, persino giochi (Frozen Bubble è scritto in Perl).

Infine, programmare in Perl è divertente. Anzi, vi lasciamo alla lettura del libro citando l'inventore del linguaggio, Larry Wall: “Abbiate l'appropriata dose di divertimento!”.

Come usare questo libro

Questo testo è stato pensato per essere letto almeno una volta (la prima, possibilmente) da cima a fondo: la complessità aumenta in modo graduale e gli argomenti sono organizzati in maniera da rendere minimi i riferimenti ai capitoli successivi.

Ogni capitolo presenta esempi esplicativi: suggeriamo di provare a copiarli e a farli funzionare tutti; un'ulteriore tecnica per ottenere il massimo da questo libro è pensare a come modificarne il comportamento, immaginando ogni volta cosa si otterrà e verificando con l'esecuzione del programma la correttezza della propria previsione: riflettere sugli errori che naturalmente si provocheranno rappresenta un ottimo modo per imparare.

In ogni capitolo sono spiegate tutti i concetti necessari per capire gli esempi; il paragrafo finale di ciascun capitolo presenta i riferimenti alla documentazione, dove potrete trovare puntualizzazioni e approfondimenti.

Nel primo capitolo spiegheremo come accedere a questi documenti, ma già ora diciamo che è un'ottima idea affiancare alla lettura di questo manuale un costante esame della documentazione fornita a corredo del linguaggio. Per una più rapida consultazione, ecco una nota sulla struttura dei capitoli.

Ringraziamenti

Sono molte le persone senza l'aiuto delle quali questo libro non sarebbe stato possibile. In primo luogo i membri della comunità italiana di programmatori Perl, colleghi e soprattutto amici, che anche senza saperlo mi hanno continuamente dato ispirazione, entusiasmo e idee. Rischiando di dimenticare imperdonabilmente qualcuno: Mattia Barbon, Michele Beltrame, Aldo Calpini, Hakim Cassimally, Gianni Ceccarelli, Daniele Ludovici, Andrea Maestrutti, Giuseppe Maxia, Luca Ortolani, Valerio Paolini, Flavio Poletti, Daniele Radogna, Edoardo Sabadelli, Angelo Selvini, Enrico Sorcinelli, Emanuele Zeppieri. Grazie a tutti, e grazie di tutto.

Un ringraziamento particolare a Chiara Rivella, senza l'intervento della quale forse questo libro non sarebbe mai nato.

Infine, un umile ringraziamento a Larry Wall, per aver creato il linguaggio Perl.

L'autore

Stefano Rodighiero vive in Spagna, a Barcellona, dove lavora come programmatore e project manager. I dettagli per entrare in contatto con lui si trovano sul suo sito personale: http://www.stefanorodighiero.net.

Author: Stefano Rodighiero

Created: 2017-07-11 mar 18:11

Validate